QUANDO L’UNIONE (DEI BLOGGER) FA LA FORZA

Share it now!
1

Quando sono entrata nel mondo dei blogger, iniziando a correre alla Forrest Gump senza mai più fermarmi un attimo a rifiatare, di una cosa mi sono accorta in breve tempo: chi c’è già ti, boicotta. La maggior parte, ma, per fortuna non tutti. All’inizio non capivo. Poi mi è stato tutto molto chiaro: ogni blogger che nasce è, per la maggior parte dei blogger “vecchi”, una persona in più con cui dividere la stessa torta. Più blogger uguale più fette. E, di conseguenza, fette sempre più piccole.
il piccolo principe
Ma di cosa sono fatte queste fette? Di inviti, di collaborazioni, di soldi.
Come sempre, io vado controcorrente e penso che invece sia la torta a diventare sempre più grande: chiunque abbia un’attività dovrà nei prossimi anni organizzarsi per promuoverla online. L’online di adesso è molto più vasto dell’online a cui mi sono approcciata quasi cinque anni fa. E, a dirla tra noi, mi sembra che di fette ce ne siano per tutti i gusti e per tutti i livelli di fame.
Bei discorsi per una che in tre mesi ha perso otto chili. Sì, proprio bei discorsi. Mi sa che sto iniziando a vacillare. Ma sono in fase di tensione: la prima Blogging Experience, che è andata sold out nel giro di pochi giorni, sta per iniziare (il 21 e 22 maggio a Viareggio). Non vedo l’ora, ma, nel frattempo, studio, ritocco, provo  discorsi e prendo i tempi; cammino e prendo i tempi. Gestire un evento di due giorni con 10 persone completamente da sola è una bella sfida. L’ho voluta. Mi è stata data fiducia. Vedrò di meritarmela sul campo. Pregate per me. Chi mi manda gli accidenti credo ci sia già: oggi pomeriggio mi è andato in tilt il portatile. Ho dovuto “vendere” il numero di telefono di mia cugina per farmi curare il portatile seduta stante.
Dicevamo… Subito a ruota, lunedì 23, inizierà anche la prima Blogging Experience Online. Sarà lo stesso corso di Viareggio, ma “spacchettato” in maniera diversa: mentre a  Viareggio faremo esperienze tutti insieme, alternandole alle mie lezioni e a momenti in cui ciascuno farà le proprie esercitazioni, durante la Blogging Experience Online ciascun partecipante riceverà i quattro moduli del corso uno alla volta, agli inizia di ciascuna settimana. Ciascuno potrà studiare ed esercitarsi quando ha tempo: per ciascun modulo è indicato iltempo di svolgimento totale e anche il tempo di svolgimento di ciascun esercizio. È un corso pensato e calcolato al minuto per gente impegnata, che può dedicarsi a ciascun modulo un pomeriggio intero oppure tante decine di minuti separati. È un corso da fare sul tram, sul treno, dopo cena, mentre si aspettano i figli in piscina o quando ciascuno vuole e può. Ciascuno farà le proprie esperienze in maniera individuale, ma, come a Viareggio, ci sarà un gruppo di confronto. Un gruppo su Facebook di persone con gli stessi interessi e la stessa volontà di metter su ex novo o far crescere un blog.
Alle soglie dei quarant’anni (ok, son sempre trentasette, ma sento l’avvicinarsi ella cifra tonda come non mai!), io quello ho capito è che mi piace scrivere ed insegnare. Mi piace condividere, mi piace appassionare. Sono convinta che l’unione possa veramente fare la forza ed ho pensato a questi corsi ricchi di condivisione perché il bello, quando si studia, è potersi confrontare con gli altri. Raccontandoci agli altri riusciamo da soli a tirar fuori la nostra volontà più nascosta. Insieme si riesce tutti meglio: ci si infonde forza ed energia; ci si dà coraggio, si elaborano idee, si creano sinergie.
L’unione fa la forza. L’unione di persone creative come chi ha un blog non oso pensare cosa possa creare.
Per scoprirlo, seguite #bloggingexperience sabato e domenica prossimo sui social network principali.
Se invece volete mettervi in gioco, entrare a far parte di un (bel) gruppo di blogger desiderosi di tirar fuori il meglio di sé, vi aspetto alla Blogging Experience OnlineQui trovate tutti i dettagli e qui potete completare l’iscrizione entro domenica 22 maggio a mezzanotte. Io vi aspetto dall’altra parte, per insegnarvi alchimie e fare gruppo con voi.
Ci vediamo dall’altra parte… Ci conto!
A presto!
Silvia
P.S. La foto del Piccolo Principe non è casuale. L’ho scattata ieri all’Hotel Palace, dove faremo il corso in aula a Viareggio. Chi s’assomiglia si piglia. Presto vi spiegherò meglio…