sabato 28 novembre 2015

L'omaggio al carrista viareggino resterà aperta al Museo del Carnevale fino al 20 dicembre

Alla Cittadella una mostra dedicata a Paolo Vincenzo Lazzari

Il bozzetto del carro Cosa resterà...
VIAREGGIO. Sabato 28 novembre, dalle 16,00, alla Cittadella,  il Centro Studi del Carnevale presenta la mostra dei bozzetti “Omaggio a Paolo Vincenzo Lazzari”, allestita nella sala centrale del Museo. Con questa mostra prosegue il programma di iniziative per la valorizzazione del patrimonio documentale conservato dal Centro Studi, che prevede un ciclo di rassegne dedicate agli artisti che con le loro spettacolari costruzioni di cartapesta hanno scritto la storia della manifestazione viareggina.
n questa “mostra-omaggio” sono esposti i bozzetti dei carri di prima categoria che ha realizzato dal 1983 al 1999, che sono conservati  nel ricco archivio del Centro Studi del Carnevale: “L’uomo e la scimmia”, 1983, “Assalto a Viareggio”, 1984, “Spettacolo all’italiana”, 1985, “Messaggero di pace”, 1986, “Quo vadis?”, 1987, “La danza delle libellule”, 1988, “Fermiamolo!”, 1989, “Europa, Europa attenta...!”, 1990, “A chi l’Oscar del audience”, 1991, “Ben nata… Europa “92 !!”, 1992, “E io…mi ci diverto”, 1993, “La fabbrica dei mostri”, 1998, “Cosa resterà”, 1999.
Questa rassegna è dedicata a Paolo Vincenzo Lazzari, classe 1937, figlio d’arte, che si è avvicinato al magico mondo della cartapesta giovanissimo, proprio nell’hangar del padre, valido ed apprezzato carrista. Dopo gli anni della formazione e dell’apprendistato, ha debuttato nel 1971 firmando la mascherata in gruppo “Lo spogliarello” e in quasi quaranta anni di attività è passato, con fasi alterne, dalle mascherate in gruppo ai carri piccoli ed ai carri di prima categoria