domenica 25 ottobre 2015

Omaggio a Bocco

‪#‎Mostra‬ “RICORDO DI Carlo Vannucci – Bocco” al ‪#‎museo‬ del ‪#‎carnevale‬
Sabato 24 ottobre, dalle ore 16, il Centro Studi del Museo del Carnevale presenta la mostra dei bozzetti “RICORDO DI CARLO VANNUCCI – BOCCO”, pittore e decano dei carristi viareggini, scomparso quasi un mese fa, all’età di 95 anni da poco compiuti. La mostra, che si inserisce nel ciclo delle rassegne dedicate ai “maghi” della cartapesta che con le loro spettacolari costruzioni allegoriche hanno scritto la storia della manifestazione viareggina, documenta l’impegno di Carlo Vannucci, “Bocco”, caratterizzato principalmente dalla realizzazione di soggetti di fantasia e d’evasione, nei quali ha trasposto le sue indubbie qualità pittoriche acquisite nelle frequentazione con artisti come Alfredo Catarsini, Renato Santini e Mario Marcucci.
Della sua lunga carriera di “mago del carnevale” iniziata nel 1948 con la realizzazione della mascherata in gruppo “Gli eroi della spiaggia”, che si aggiudicò il primo premio, la mostra offre una panoramica quasi completa dei bozzetti dei tanti carri di prima categoria presentati a firma singola dal 1949, documentando quasi interamente il periodo che fa dal 1961, con il carro “Ballata cubana”, presente nel percorso espositivo del Museo, al 1988 con “La natura si ribella”. Fra i bozzetti in mostra: “Un consiglio per Maigret” del 1966, “La malerba” del 1970, “Amica luna” 1972 e “Rendez-vous a Viareggio” 1973, “Alice nel paese delle meraviglie” 1977, “La vacca capitolina” del 1979, costruzione di attualità ancora oggi, e “La bella e la bestia” del 1986.
In mostra anche il bozzetto del carro “Attenti al lupo”, realizzato nel 1992 insieme al figlio Enrico, spettacolare costruzione con la quale si è aggiudico per la seconda volta il primo premio nella categoria dei carri grandi; la prima volta fu nel 1953, con il carro “Chi vuol essere lieto sia”, firmato insieme a Sandro Bertuccelli.
La mostra resterà aperta, ad ingresso gratuito, fino al 15 novembre, con l’orario di apertura del Museo (sabato e domenica dalle ore 16 alle ore 19).